sabato 21 gennaio 2012

Aspettando San Valentino: facciamo un calendario





Molti pensano che San Valentino sia una festa commerciale, ed io non voglio negarlo; ma come ho cercato di spiegare in altri post, a me interessa sopra ogni altra cosa cogliere il significato più vero e profondo delle festività, quello che conduce a realtà trascendenti il mero fatto culturale, antropologico, folkloristico.

A San Valentino festeggiamo l'amore e parliamoci chiaro, senza l'amore tutto è niente ed ogni occasione è buona per ricordarlo a noi stesse ed agli altri, in particolar modo al nostro "Valentino". Per chi è momentaneamente single, la festa è una grande chance per rammentare l'esigenza assoluta dell'amore verso se stesse,  come fonte primaria del benessere personale e della capacità di dare e donare.


In questo periodo dell'anno mi capita all'improvviso di ascoltare il canto gioioso di un uccellino, di sentire un profumo tiepido e delicato nell'aria, di osservare che le giornate- lentamente- si allungano e che la luce si fa più calda; allora penso con stupore e letizia che la primavera ancora lontana, timidamente, sta rinnovando la sua eterna promessa: arriverà. Ecco allora che San Valentino lo percepisco come un felice annunciatore, al culmine dell'inverno, di una bellissima futura primavera.

Decidendo di dirla proprio tutta, voglio confessarvi anche la mia sfrenata passione per le cartoline in stile elisabettiano, quelle che riportano sopra un "Valentine". Sono capolavori di un'arte certamente minore e popolare, ma strumenti efficaci a scaldare il cuore e l'anima, coinvolgendoci in un emozione di grande romanticismo.
Insomma, ormai è chiaro, San Valentino io amo festeggiarlo senza se e senza ma.

Per tempo, mi sono messa all'opera e ho realizzato alcuni progetti che via via andrò a presentarvi.

Oggi iniziamo con il calendario per San Valentino.
L'idea mi è nata riponendo il calendario dell'Avvento.
Dopo aver  recuperato delle strisce di tela di lino che giacevano da qualche tempo in paziente attesa di essere utilizzate, ho realizzato tredici sacchettini (più uno) in tela di lino che poi ho decorato con un cuore all'uncinetto (una semplicissima catenella).





I tredici sacchettini -ognuno rappresenta un giorno- li ho appesi grazie a delle mollette ad un lungo filo di lana, riempendoli poi di piccoli doni.





Qualche idea? Un bigliettino contenente una promessa d'amore, un invito ad una cena romantica, un appuntamento per una passeggiata - magari nella natura -, il progetto di un viaggio nel vostro luogo speciale, oppure un confetto, una bella poesia, un cioccolatino.


Per il quattordicesimo sacchettino, ho optato per un' iniziale ed un fiore rosso come chiusura. Conterrà il regalo oppure, nel caso questo sia voluminoso, il messaggio d'amore che lo accompagna.

Coraggio, siate creative!
A presto, Melissa.


Se il blog ti piace, puoi votarlo

Pin It