domenica 27 ottobre 2013

Serata di chiacchiere e chiacchierino

Carissime amiche,
capita che in una cena di compleanno caratterizzata da buona compagnia, ottimo menu e tanta genuina allegria, ci si trovi in modo assolutamente casuale tra creative e che immediatamente, complice l'istantanea sintonia, parta tutto un brainstorming di idee, emozioni, progetti.
Il mondo della creatività, dell' handmade, è una specie di paese delle meraviglie nel quale tramite i cinque sensi -più il sesto, quello del nostro intuito femminile- si è costantemente aperti all'ispirazione, all'intuizione giusta. Talvolta -e mi è capitato- essa può addirittura arrivare in sogno. Ma questa è un' altra storia.  
Torniamo alla cena. Come credo facciate anche voi, è mia abituale consuetudine sfoggiare, con un certo sacrosanto orgoglio, bijoux di mia realizzazione. C'è una sottile ma profonda soddisfazione nel constatare che l'orecchino, il bracciale o la collana che si è deciso d'indossare si armonizzano perfettamente con l'outfit scelto per l'occasione.
Ieri sera per l'appunto indossavo una mia creazione,  un ciondolo a forma di fiore realizzato a chiacchierino ad ago -la mia nuovissima ed entusiasmante frontiera creativa-  montato su di una sottilissima catenina d'oro.

A metà serata una delle commensali mi si è avvicina, colpita dal mio fiore rosso fiammante, ed una parola dopo l'altra scopro  che non solo conosce, apprezza e pratica il chiacchierino con navetta, ma che è una ricamatrice appassionata, bravissima con i lavori a maglia e sempre pronta come molte di noi ad imparare nuove tecniche per allargare gli orizzonti della propria creatività.
La conversazione tra noi si è fatta col trascorrere del tempo più fitta, - quante
utilissime dritte ci siamo scambiate!- toccando molte tematiche del nostro universo creativo, convenendo totalmente sulla necessità, direi sull' urgenza, di preservare l'antica e ricca  tradizione dell' handmade e di proteggerne qualità, tradizione e bellezza dall'assalto del "regno della quantità", della grossolanità, della rozzezza dozzinale che sempre più spesso si trovano in giro.
Devo proprio dirvi che è stato per me un piacere immenso conversare così intensamente con una di noi, razza di creative a volte un po' folli, non sempre da tutto il mondo circostante comprese nella nostra smania di creare il bello magari dal niente, da una piccolissima idea, da una cosa minima.
Quando ci incontriamo, qualche parola, un sorriso, uno sguardo complice e nasce subito la reciproca consapevolezza che creare con le mani, la testa ed il cuore ci dona una gioia, una sensazione di pienezza e di arricchimento davvero grande, tanto grande che con essa possiamo illuminare e direi talvolta sostenere tutte le altre attività che una donna di questo complicato XXIº Secolo deve necessariamente portare giorno dopo giorno avanti.
Cara Maria, grazie per il bellissimo incontro, spero il primo di una lunga serie.


 
Se desiderate dare un'occhiata ai miei lavori di chiacchierino ad ago andate qui, l'album è in continuo aggiornamento.


Coraggio, siate creative!
A presto, Melissa 

Nessun commento:

Se il blog ti piace, puoi votarlo

Pin It