venerdì 28 marzo 2014

Vestitino e scarpine primavera baby 3-6 mesi











Carissime, 
Mission possible: realizzare un vestitino per una splendida bimba di tre mesi, qualcosa di colorato, di leggero, grazioso ma non lezioso, per questa “prima primavera” della sua vita.
Partito il progetto, Diana del XXI Secolo vado a caccia dell’idea. Al computer visiono foto su foto, schemi scritti in tutte le lingue del mondo, dal tamil all’ugrofinnico, ma niente, nada de nada, non scatta quel quid, quell’impulso, la scintilla che ti fa esclamare entusiasta “ok, sì è questo, ho trovato quello che cercavo” e detto ciò, come per un riflesso condizionato, inizi a sentire un “friccico” alle mani, il bisogno impaziente di mettere mano all’uncinetto. Poi una mattina, in altre faccende affaccendata, Eureka! la lampadina si accende come accade ad Archimede Pitagorico dopo l’uso del cappello pensatore, l’idea c’è, finalmente! Farò un vestitino con un gran bel fiore sopra, realizzandolo con la tecnica del Tapestry crochet. Sulla carta tutto facile, tant’è che mi metto subito all’opera. Realizzo lo schema del vestito, faccio un campione di maglie in modo da regolare le dimensioni del fiore ed entusiasta inizio … Ma l’intoppo è subito dietro l’angolo. Avevo considerato proprio una gran trovata la peculiarità del modello, c’est à dire il fiore realizzato non in rilievo o ricamato ma ottenuto cambiando semplicemente colore del filato durante la normale lavorazione. Me sbadata, non avevo considerato il fatto fondamentale che la tecnica Tapestry crochet oltre ad essere realizzata a punto basso, è eseguita sempre nello stesso verso -per intenderci, senza girare il lavoro-: in caso contrario si vedono i fili e il disegno non è netto. Sbagliando, comunque, s’impara. Faccio e rifaccio, una e più volte, provo con l'uncinetto tunisino ma il risultato non mi soddisfa ed allora tabula rasa, azzero tutto e ritorno alla grammatica essenziale, rileggo con pazienza certosina la spiegazione della tecnica base Tapestry crochet et voilà Salagadula Magicabula … -scusate oggi sono in trip Disney-, come per magia, trovo la soluzione perfetta.
Mentre un gran bel tulipano stilizzato si materializzava via via che il vestitino prendeva forma, a tutto sprint la sottoscritta realizzava il dietro, le maniche ed il confezionamento ad hoc: cuciture, bottoncini dietro, il fiocchetto  e dulcis in fundo, un piccolo taschino a forma di cuore davanti.



lana  rosa corallo e rosa pesca

particolare del tulipano stilizzato e del taschino a forma di cuore
Voglio strafare. E se ci abbinassimo delle scarpette in coordinato? Pensato, detto, fatto, per la serie va dove ti porta l’uncinetto.




La mamma è rimasta contenta, alla piccola meraviglia sta tutto alla perfezione, chissà che presto non mi arrivino anche le foto... ;)


Coraggio, siate creative…
ed adesso che la primavera è arrivata ancora, molto, molto di più|!
Un abbraccio a tutte voi
Melissa

Nessun commento:

Se il blog ti piace, puoi votarlo

Pin It